Caricamento Eventi

Diffondere l’educazione finanziaria è una necessità da affrontare anche rispetto alle categorie più vulnerabili dei migranti, richiedenti asilo e rifugiati.

Quali sono gli strumenti didattici da utilizzare? Quali attività possono avere un impatto positivo ed essere maggiormente efficaci? Come avvicinare le conoscenze finanziarie ai reali bisogni della popolazione straniera, e quali misure adottano gli altri Paesi europei?

A questi interrogativi risponderanno i ricercatori dell’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, presentando lo studio Modelli di inclusione finanziaria dei migranti da replicare sul territorio nazionale, e il manuale Percorso di alfabetizzazione finanziaria per studenti non italofoni di primo livello.

 

Programma

Saluti introduttivi

Giorgio Calcagnini, Magnifico Rettore dell’Università degli studi di Urbino Carlo Bo.

Interventi

Luisa Cecarini, Project manager “FIN-Finanza inclusiva”;
Il progetto FIN-Finanza inclusiva: obiettivi e realizzazioni.

Antonella Negri, Prorettore allo Sviluppo di Partenariati Strategici Nazionali e Internazionali;
Il Percorso di alfabetizzazione finanziaria per studenti non italofoni di primo livello.

Francesca Maria Cesaroni, Professoressa Ordinaria di Economia aziendale;
Modelli di inclusione finanziaria dei migranti da replicare sul territorio nazionale. Presentazione di una ricerca e casi studio.

Riccardo De Bonis, Capo del Servizio Educazione finanziaria della Banca d’Italia;
La Banca d’Italia e l’educazione finanziaria dei migranti.